Gli immatricolati dell’area sanitaria rappresentano circa il 16% di tutti gli immatricolati dell’Ateneo di Torino. Nel corso degli ultimi due anni il loro numero è rimasto stabile.


Anche il numero di laureati sia triennali che magistrali è rimasto sostanzialmente stabile tra il 2014 e 2015. 

Oltre i 2/3 dei laureati in area sanitaria sono donne.


Stando alle nostre stime elaborate sui dati delle Forze di lavoro - ISTAT, il tasso di occupazione dei laureati in area sanitaria di età inferiore ai 35 e residenti nel nord-Italia è pari al 76%, ovvero quasi 10 punti percentuali in più rispetto al tasso di occupazione medio calcolato su tutti i laureati delle aree disciplinari presenti ad UniTO. Il tasso di disoccupazione dei laureati in area sanitaria è pari a poco più del 6%, mentre il tasso di disoccupazione medio dei laureati raggiunge il 9,6%. 


La percentuale di laureati in area sanitaria - sempre di età inferiore ai 35 e residenti nel nord-Italia - che svolgono una professione ad alta specializzazione e tecnica è pari a 92%, ovvero oltre 20 punti percentuali al di sopra della media stimata sui laureati di tutte le aree presenti ad UniTO. Inoltre, la percentuale di laureati in area sanitaria che lavorano come dipendenti con un contratto a tempo indeterminato è lievemente superiore a quella della media stimata su tutti i laureati delle aree disciplinari presenti ad UniTO. 

 

Secondo le previsioni Excelsior-UnionCamere, la difficoltà di reperire sul mercato del lavoro laureati in scienze della salute risulta in lieve diminuzione rispetto all’anno 2015.